Il centro storico

Un luogo dove il passato
vive nel presente.

Situato su un’altura alla destra del fiume Tennacola, ben stagliato sullo sfondo dei Monti Sibllini che sembrano proteggerlo dal resto, Sarnano (m. 539 s.l.m., abitanti 3391) conserva intatto il suo centro storico di origine medievale. Non a caso Sarnano fa parte dei Borghi più Belli d’Italia.
La Sarnano vecchia, infatti, ha ancora la forma del “castrum”, un borgo fortificato che si snoda in cerchi concentrici dalla Piazza Alta e scende tra vicoli e casupole fino alla base del colle creando un’atmosfera suggestiva, dove il tempo sembra essersi fermato.

Sette secoli, quattro cerchie murarie.

Guardando il centro storico di Sarnano, la prima impressione è che tutto sia rimasto com’era in origine: l’impianto medievale è perfettamente riconoscibile, le mura ben distinguibili, l’ingresso è ancora segnato dal passaggio sotto Porta Brunforte. Naturalmente Sarnano non è stata sempre così: al momento della sua nascita le case erano tutte sulla sommità del colle, racchiuse da una cerchia di mura molto più stretta di quella che vediamo oggi. Poi con il crescere della popolazione si rese necesario più spazio e nuovi edifici. Nel corso di oltre sette secoli gli abitanti di Sarnano ampliarono le mura, chiusero le porte, ne aprirono altre, costruirono nuove case, ne abbatterono di vecchie, ma tutto avvenne nel pieno rispetto dell’impianto urbanistico originario, con coerenza e armonia. Con criterio insomma.

Pin It on Pinterest

Share This