Storia di Sarnano

Una storia lunga secoli.
Che non ci annoia mai.

Il Comune di Sarnano è nato sette secoli e mezzo fa, ma la storia di queste terre inizia molto molto prima della nascita del Comune e ha per protagonisti numerosi personaggi. Per questo preferiamo parlare di storie, al plurale anziché al singolare.

C’è la storia delle antiche popolazioni italiche che abitarono questi luoghi così ricchi di risorse naturali. Oltre ai rari reperti – come il misterioso Uovo di Terro – il passaggio di queste popolazioni arcaiche è ancora rintracciabile nei toponimi di queste zone.

C’è la storia della centuriazione romana testimoniata dal Cippo di Garulla: Decumano IIII, Cardo I-II-III. Una divisione tanto lontana nel tempo quanto facilmente riconoscibile ancora oggi sul territorio.

C’è la storia dei Mainardi, dei Brunforte e del Sacro Romano Impero, che sembra una cosa così grande per un paesino così piccolo, eppure c’entra. Eccome se c’entra. Così come c’entrano Federico II di Svevia e gli scontri tra Guelfi e Ghibellini, Carlo d’Angiò e lo Stato Pontificio.

Ma il vero protagonista della storia di Sarnano è il coraggio e lo spirito libero dei suoi fondatori e dei loro discendenti, a cui dobbiamo l’esistenza di questo bellissimo borgo.

Sarnano, un nome
dalle antiche radici.

Sul perché Sarnano si chiami così sono state avanzate diverse ipotesi, poiché il significato della parola Sarnano non si palesa da sé come accade per altri paesi dei dintorni e già questo basta a suggerire che sia molto antico. Alcuni hanno ipotizzato che derivi dalla lingua etrusca, altri da variazione semantica della parola Silvano, divinità venerata da contadini e pastori, altri infine ritengono che sia d’origine latina e faccia riferimento alla centuriazione del territorio al tempo di Augusto.

Amiamo preservare
le storie che ci appartengono.

La leggenda del Santo
che disegnò lo stemma.

E poi c’è la storia di San Francesco e di come disegnò il simbolo del Serafino per mettere pace alle liti tra i rappresentati della comunanza di Sarnano: un simbolo che tuttora troneggia indiscusso nello stemma. Una leggenda che ancora si racconta con tale dovizia di particolari che sembra quasi di esserci stati, quel pomeriggio di oltre 750 anni fa, lì, appena fuori dal borgo.

Pin It on Pinterest

Share This