A Sarnano la festa del ciauscolo: il salume che si spalma

Si spalma sul pane, è praticamente impossibile resistergli e non è la Nutella. Che cos’è? Il ciauscolo, naturalmente. Il salume morbido e gustoso tipico della tradizione norcina delle Marche. Nel 2009 il ciauscolo ha ricevuto il riconoscimento I.G.P. ed è uno dei prodotti tipici marchigiani più amati, tanto che dal 31 maggio al 2 giugno 2019, a Sarnano si terrà la Festa del ciauscolo e del salame spalmabile.

Ciabuscolo o ciauscolo?

Questo è il dilemma amletico che divide i marchigiani: si dice ciauscolo o ciabuscolo? In realtà, chi di salumi se ne intende davvero sostiene che i due termini non siano davvero sinonimi.

Il ciabuscolo, con la b, era un salame morbido preparato con i rimasugli delle carni al termine della lavorazione del maiale (in gergo “pista” o “salata”) proprio per festeggiare la fine di questo duro lavoro. Del resto, si sa, del maiale non si butta via niente! Da questa usanza deriva anche una delle ipotesi più accreditata sull’etimologia del nome (tuttora incerta): “ciabusculum”, potrebbe derivare da un diminutivo di “cibus”, e quindi significherebbe “piccolo pasto”,” spuntino”.

Il ciauscolo, invece, è l’erede di questa antica tradizione, ma di scarto non ha proprio nulla, anzi. Il ciauscolo si ottiene da tre parti nobili del maiale: pancetta, spalla, rifilature di prosciutto e di lonza. Queste vengono macinate finemente fino a ottenere un impasto morbido che viene aromatizzato con sale, pepe nero e aglio pestato, poi insaccato nel budello naturale e lasciato a stagionare per almeno 15 giorni. Una volta pronto il ciauscolo si conserva per diversi mesi senza perdere la sua morbidezza. È consigliabile, però, avvolgerlo in un panno di cotone per evitare che assorba gli odori dell’ambiente dov’è conservato.

Tanti modi di gustare il ciauscolo

Il ciauscolo nasce per essere spalmato sul pane, abbinato a formaggi, verdure o erbe, ma è ottimo anche per condire la pasta e c’è chi lo utilizza persino per creare gustose paste ripiene.

La festa del ciauscolo a Sarnano

Da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno 2019 Sarnano ospiterà la Festa del ciauscolo e del salame spalmabile, organizzata da La Ricreazione srl, in collaborazione con Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo e la Pro Loco di Sarnano.

Sul ciauscolo c’è davvero tanto da raccontare (e da assaggiare) ed è per questo che nasce questo evento. Pensato come un’occasione di incontro tra produttori, stakeholders, consumatori finali, la Festa del ciauscolo prevede momenti di svago e intrattenimento, incontri formativi e divulgativi e naturalmente degustazioni enogastronomiche e vendita di prodotto tipici.

Area mercatino e degustazione
Un percorso per le vie del centro storico di Sarnano alla scoperta dei migliori produttori artigianali di ciauscolo e salame spalmabile, con possibilità di degustare il prodotto e di acquistarlo.

Area ristoro
Uno spazio allestito con cucina, tavoli, panche e postazioni beverage dove assaggiare un menù a base di ciauscolo, salame spalmabile e altri prodotti tipici.

Street food
Per le vie del centro saranno presenti food truck che proporranno specialità a base di ciauscolo.

Speciale Aperigusto
I locali del Comune di Sarnano e dintorni realizzeranno, nei giorni della Festa, menù speciali ed aperitivi a base di ciauscolo.


Incontri e dibattiti
Una serie di incontri presso la Sala Convegni del Comune di Sarnano per parlare di ciauscolo, prodotti tipici ed entroterra.

Spettacoli e musica
Nel corso dei tre giorni, nel centro storico, si esibiranno artisti di strada e musicisti che proporranno canzoni popolari e della tradizione.

Seguite la pagina Facebook de La Ricreazione per conoscere tutte le novità sul programma.

Pin It on Pinterest

X