L’Unicorno dei Sibillini: il capriolo con un corno solo che entrerà nella leggenda

Se c’era la possibilità che esistesse davvero un Unicorno in questo mondo, non poteva che vivere sui Monti Sibillini: il regno incantato della Regina Sibilla dove per secoli la fantasia popolare e la penna degli scrittori hanno tessuto affascinanti leggende che parlano di creature mitologiche e luoghi misteriosi. La Grotta della Sibilla con le sue fate dalle zampe caprine, il Lago di Pilato dove affondò il carro che trasportava il cadavere del firmatario della condanna di Gesù Cristo, i Mazzamurelli che intrecciano i crini dei cavalli, il lago insanguinato di Pian Perduto e tutte le storie di uomini e donne che si avventurarono in questi luoghi alla ricerca della propria identità.

Ecco, tra queste montagne, nei giorni scorsi, le webcam del parco hanno filmato il passaggio di un “Unicorno”, l’animale mitologico simbolo di purezza, ma anche di invincibilità, al cui corno si attribuiscono proprietà taumaturgiche.
Ok, non è veramente un Unicorno, è un giovane capriolo che, probabilmente a causa di una malformazione ha un solo corno al centro della testa. Era già stato ripreso in notturna a maggio e ora le webcam l’hanno nuovamente immortalato, questa volta in pieno giorno, mentre bruca tranquillo sui prati. Questo avvistamento ha senza dubbio un che di magico, di profondo, di simbolico.

L'unicorno dei Sibillini è un capriolo

Clicca sulla foto per guardare il video registrato dalla webcam

Lui non lo sa, ma passerà alla storia come l’Unicorno dei Sibillini e forse entrerà nel patrimonio di leggende di queste montagne, fatate e maledette al tempo stesso.

Lui non lo sa, ma per molti è stato un segno: l’animale mitologico puro e invincibile, dal corno taumaturgico che scorrazza sui prati dei Sibillini feriti dal terremoto.

Lui non lo sa e troppo spesso neanche noi vogliamo ammetterlo, ma abbiamo tutti un gran bisogno di storie così.

Continua a navigare il sito per scoprire cosa puoi fare a Sarnano e sui Monti Sibillini oppure dai un’occhiata agli articoli del blog.

Pin It on Pinterest

X